giovedì 14 maggio 2015

Recensione: "Champion" di Marie Lu

Buondì, gente! E finalmente sono riuscita a terminare la recensione di "Champion" di Marie Lu!!! L'avevo iniziata subito dopo averlo concluso, ma per mancanza di tempo non sono riuscita a pubblicarla prima. Libro bellissimo e fantastica conclusione di serie. Una serie che se non avete ancora cominciato, vi straconsiglio di iniziare subito, immediatamente, seduta stante! Preparatevi perché ve lo ripeterò fino alla nausea ahahah XD (link vari per la serie qui)
Le mie ultime letture sono state davvero una più bella dell'altra e non posso che esserne felice! Tra pochi giorni arriverà anche la recensione di "An Ember in the Ashes" che ho concluso ieri (qui ne parlo). Un libro meraviglioso che si è meritato, senza ombra di dubbio, un posto sul podio dei miei libri preferiti ;D
ps. Recensione SPOILER FREE.

Legend # 3
Editore: Piemme (collana Freeway)
Prezzo cartaceo: 16,50 €
Prezzo ebook: 6,99 €
Pagine: 329

Trama: Per il bene della Repubblica, June e Day hanno rinunciato all'amore che provano. In cambio, June è tornata nelle grazie dell'elite, mentre Day ha raggiunto i vertici della gerarchia militare. Purtroppo è esattamente per il bene della Repubblica che sono chiamati di nuovo a lavorare fianco a fianco. Ma le richieste del nuovo governo non si limitano a questo. June dovrà convincere l'unica persona che ama a sacrificare tutto quello a cui tiene per salvare migliaia di vite sconosciute. Il che significa usare il proprio fascino, non dire tutto, fingere una convinzione che non ha e, quel che è peggio, sapere che Day non saprà rinunciare a fare la cosa giusta, costi quel che costi. Fra colpi di scena e suspense, la trilogia distopica ambientata in un'America divisa fra Colonie e Repubblica arriva al suo gran finale.

Il mio pensiero: In questo momento ho talmente tanti pensieri contrastanti che mi frullano per la testa, da non riuscire a mettere per iscritto neanche una frase coerente. Sono così sopraffatta dalle emozioni e dalle sensazioni più varie da non trovare le parole per descrivere il mio attuale stato d’animo. Sono davvero senza parole…
“Champion” è un libro meraviglioso, in assoluto il più bello dell’intera trilogia. E se potessi scambiare quattro chiacchiere in privato con te, Marie Lu, *sì dico proprio a te, non guardare da un’altra parte!* ti direi di raccontarmi qualcosa in più, qualsiasi cosa in più, su quello che avviene dopo oppure di scrivere direttamente un altro libro o anche dieci! Più sono meglio è! Vi assicuro, non sono una persona particolarmente tenera, ce ne vuole per commuovermi e farmi piangere, ma la lettura di questo libro mi ha trasformata in una fontana vivente! Non sto scherzando. Penso di non aver mai pianto tanto per un libro o nella vita in generale. Ho versato lacrime e lacrime senza fine, mossa dai sentimenti più disparati che la Lu è riuscita a suscitare in me. Mi sono sentita scossa in tutto il mio essere. Toccata ad un livello così profondo che neanche i momenti più cruciali dei libri precedenti erano riusciti a raggiungere. Lacrime di frustrazione, lacrime nate dal dolore più sordo e cupo, lacrime di gioia e felicità, lacrime di rabbia. Lacrime che si andavano a mescolare e unire inestricabilmente a quelle dei personaggi, ai quali mi sono sentita connessa nel modo più completo possibile.
Con “Champion” Marie Lu torna a stupirci con il suo stile impeccabile, capace di arrivare dritto al punto (e al cuore) senza lasciare niente in sospeso. Sempre presente è il doppio PoV, contraddistinto magnificamente, oltre che dal cambio di carattere per sottolineare la differenza (cosa che ho apprezzato moltissimo), anche da un eccellente cambio di stile che rispecchia perfettamente il modo di pensare e di essere di ogni protagonista. Questo. Questa distinzione crea una storia che viaggia su due binari diversi che si allontanano e si incontrano senza sosta, originando un racconto estremamente complesso e completo sotto ogni punto di vista.
Le prime pagine di “Champion” riprendono esattamente otto mesi dopo gli eventi (sconvolgenti) che avevano segnato la conclusione di “Prodigy”. Otto mesi in cui il giovane Elector, affiancato da un gruppo di persone fidate, cerca di risollevare le sorti della Repubblica. Otto mesi in cui i nostri due protagonisti, June e Day, sono rimasti separati e, nonostante i sentimenti che li legano, le “piccole” incomprensioni e le cose non dette hanno fatto sì che la distanza che li separava non sia stata solo quella fisica. Adesso però le carte in tavola sono cambiate ed è necessario che i due tornino a lavorare fianco a fianco per salvare la Repubblica e tutti i suoi abitanti. Una vera e propria corsa contro il tempo, poiché, a conti fatti, sarà proprio lui il loro peggiore nemico. Il passato li tormenta. Il futuro è incerto. Il presente terribile.
Una cosa che mi è piaciuta moltissimo è il fatto che l’ambientazione e la società intera di questo mondo futuristico vengano approfondite ancora di più. Adesso non si parla più solo della Repubblica e delle Colonie in generale (dunque solo parte dell’America), ma vengono introdotte anche il resto delle nazioni mondiali. Si parla del passato e di come e quando (sì, vengono date anche indicazioni cronologiche precise!) si è giunti alla costituzione della Repubblica e così via. Tutti i personaggi vengono approfonditi maggiormente e la loro caratterizzazione, soprattutto quella dei due protagonisti, rasenta davvero la perfezione.  
È un libro sul destino. Niente è perduto. Se così è scritto, così sarà. Non importa quello che succederà, gli imprevisti che si creeranno, il tempo, la distanza, il dolore e tutte le avversità. Se è destino che quel qualcosa avvenga, state certi che avverrà. Fede, destino, fato o semplice speranza? Anche se molto spesso è facile dimenticare, o attribuire tutto questo ad una semplice illusione, penso che vivere giorno dopo giorno senza la speranza equivalga ad abbandonarsi agli eventi e lasciarsi trasportare dalla corrente. E quando leggo libri di questo tipo la mia idea non fa che rafforzarsi.  


5 margherite, libro fantastico!

8 commenti:

  1. Ciao! Ho appena scoperto il tuo blog e mi piace davvero molto ;)
    Io ho aspettato che uscisse Champion per comprare i libri. Infatti devo solo andare a prenderli in libreria. Non vedo l'ora di leggerli, tutti ne parlano benissimo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona! Benvenuta nel mio angolino, sono contenta di sapere che ti piace :D
      Hai fatto benissimo, io te la straconsiglio questa serie. Sono sicura che divorerai un libro dopo l'altro in un batter d'occhio :) Se ti va, poi torna a farmi sapere come l'avrai trovata ;)

      Elimina
  2. Completamente adorato e amato anche se mi ha straziato. Meravigliosa trilogia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo!!! Non potrei essere più d'accordo :D

      Elimina
  3. Preso da poco e non vedo l'ora di leggerlo *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Devi leggerlo al più presto! Non vedo l'ora di sapere cosa ne penserai ;D

      Elimina
  4. devo finire la serie, devo finire la serie, devo finire la serie....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi assolutamente continuare questa serie!! è meravigliosa! <3 <3 <3

      Elimina